Era il 25 ottobre  (leggi qui) e una Reggina, ancora in cerca di identità, faceva intravedere che Salvatore Sandomenico sarebbe stato un punto di riferimento assoluto per la squadra.

“Devoti a Sandomenico” per l’appunto e non solo per un mero gioco di parole, ma anche e soprattutto per i fatti.

Oggi l’ex calciatore della Juve Stabia, fortemente voluto da Massimo Taibi, è un fattore nell’economia del rendimento della squadra.

Quattro reti, tutte decisive.   Ha deciso la vittoria con il Bisceglie,  fatto gol a Potenza nel pareggio degli amaranto e preso parte alle realizzazioni che sono valse le affermazioni contro Rieti e Sicula Leonzio.

Quattro reti, dieci punti. Nessuna realizzazione inutiile.

La ciliegina di Taibi, al momento, ha sortito gli effetti sperati.