“La Sicula Leonzio è una squadra equlibrata, con giocatori di una certa qualità come Ripa, Juanito Gomez e Gammone. Hanno calcato campi di categoria superiore,  sono in flessione dopo un buon inizio, ma vengono da un pareggio buono a Siracusa. No, però, dobbiamo dare continuità ai risultati e può essere la partita giusta, pur sapendo le difficoltà che l’avversario ci riserverà”.

Roberto Cevoli presenta così la sfida che i suoi andranno a disputare sul campo della Sicula Leonzio.

La Reggina sembra far le cose migliori quando prova a imporre il proprio gioco: ‘Siamo una squadra giovane che ha alti e bassi, anche nella stessa partita.  Abbiamo dimostrato di avere qualità e cerchiamo continuità anche nel gioco, annullando le amnesie”.

La Reggina sembra giocare meglio con dei riferimenti precisi offensivi: “La partita con il Rieti ha detto questo, ma dipende dalle partite.  Non è che in tutte le partite in cui lo abbiamo fatto le cose sono andate al meglio”.

L’idea di giocare con Viola e Tassi  di punta è nelle corde del tecnico, per sua stessa ammissione, pur svelando che occorrerà, eventualmente, abbandonare il 4-3-3.