Sarà una domenica che vedrà la Reggina impegnata a Lentini, sul terreno di  gioco della Sicula Leonzio. Il fischio d’inizio è programmato per le ore 20.30 e la gara che andrà in scena si annuncia importante, perchè vedrà gli amaranto opposti ad una squadra “battibile”, ma probabilmente più forte in fatto d’esperienza degli amaranto.

Roberto Cevoli ha tratto qualche insegnamento dai primi settanta minuti pessimi contro il Rieti e potrebbe affidarsi ad alcuni dei segnali importanti ricevuti dalla sfida.

La prima è che Ciccio Salandria è il calciatore che può dare cambio di ritmo alla squadra e che va un po’ più veloce degli altri.

Lui e Roberto Marino (ex), nel 4-3-3, sembrano essere certi del posto nel terzetto di centrocampo. Il dubbio, invece, pare riguardare il mediano: possibile che Petermann possa essere preferito a Zibert.  L’ex di turno, nello stadio che tanto bene lo ha visto giocare nella passata  stagione, potrebbe trovare gli stimoli giusti per giocare come mai ha ancora fatto nell’annata in corso.

Lo sloveno, invece, potrebbe andare in campo nel turno infrasettimanale in programma contro la Cavese mercoledì alle 18.30.

In attacco, invece, difficile immaginare un trio diverso da quello composto da Ungaro, Tassi e Sandomenico.

In difesa, invece, Mastrippolito dovrebbe riprendersi la posizione di terzino sinistro, con Conson destinato a fare coppia con Solini in mezzo e Kirwan a destra.

In porta naturalmente ci sarà Confente.