La Reggina scongiura la possibilità di ricevere otto punti di penalizzazione e 350.000 euro per non aver sostituito la fideiussione Finworld.

La fideiussione, tutt’ora giuridicamente valida,  era sta giudicata inefficace dalla Figc che aveva chiesto di presentarne un’altra. La società ha impugnato il provvedimento e ha avuto successo.

 

 

Si pubblica comunicato n. 29 del Tribunale Federale Nazionale – Sezione Disciplinare.

Il Tribunale Federale Nazionale – Sezione Disciplinare, costituito dal Dott. Cesare Mastrocola Presidente; dall’Avv. Amedeo Citarella, dall’Avv. Sergio Quirino Valente Componenti; con l’assistenza del Dott. Giancarlo Di Veglia Rappresentante A.I.A. e l’assistenza alla segreteria di Salvatore Floriddia, Paola Anzellotti, Antonella Sansoni, si è riunito il giorno 19.10.2018 e ha assunto le seguenti decisioni in merito al

– ricorso Ex Artt. 30 E 32 Cgs Coni Con Richiesta Di Misura Cautelare Anticipata Ex Art. 33 Cgs Coni E/O 30, Comma 12 Cgs Figc Della Società Urbs Reggina Federazione Italiana Giuoco Calcio – Tribunale Federale Nazionale – Sez. Disciplinare Ss 2018/2019 2 1914 Srl In Persona Del Presidente Nonché Legale Rappresentante P.T. Dott. Demetrio Praticò, Avente Ad Oggetto l’annullamento Della Delibera Del Commissario Straordinario Figc Di Cui Al Com. Uff N. 59 Del 30.08.2018 E Del Com. Uff. N. 91/L Del 30.08.2018 Pubblicato Dalla Lega Pro.

Il Tribunale Federale Nazionale, Sezione Disciplinare, accoglie i ricorsi riuniti e, per l’effetto, annulla, nella parte impugnata, la delibera del Commissario Straordinario FIGC di cui al Com. Uff n. 59 del 30.08.2018 e il Com. Uff. n. 91/L del 30.08.2018 della Lega Pro