In merito alle dichiarazioni rilasciate dal direttore sportivo amaranto Massimo Taibi ad una emittente radiofonica di Reggio Calabria al termine della gara tra Reggina e Siracusa, si precisa che nell’affermare “qualcuno adesso potrà andare in televisione a dire meno cazzate”, si riferiva in particolar modo ad un personaggio ex calciatore professionista che giornalmente attacca il Club amaranto sui social e che sinceramente non merita alcuna risposta.

Mi scuso per aver confuso Tv con social – aggiunge Taibi – non ho alcun motivo per attaccare ospiti delle tv locali e stampa. Questa precisazione è necessarie per spegnere sul nascere qualsiasi tipo di strumentazione