Alessandro Confente, dopo tre partite giocate da professionista, è già in una fase importante della sua carriera.

Sei gol subiti, una serie di interventi non impeccabili, qualche buon intervento ed una piazza, Reggio Calabria, che lo ha già messo nel mirino.

E’ arrivato con credenziali importanti, quelle che lo volevano obiettivo solo sei mesi fa di Juventus e Manchester United, ma anche e soprattutto dopo uno come Cucchietti, che ha tenuto in piedi da solo la Reggina nella passata stagione.

A Trapani, sopratutto in occasione del primo gol, ha dimostrato di stare pagando il peso della pressione, perché le qualità, sin da quando è giovanissimo, ha dimostrato di averle e ci sono solo addetti ai lavori che parlano in maniera lusinghiera di lui.

Questa, eventualmente, non è una scusante, ma un’aggravante. Contro il Bisceglie dovrà dimostrare di di saper reggere il peso di un momento in cui critica e tifosi, giustamente, non vedono in lui una sicurezza.