A quanto pare la Reggina non cerca più un bomber.    Avere  in organico calciatori come Maritato, Viola e Sciamanna spinge Taibi a indirizzarsi verso un altro profilo: una punta esterna.

Il ds ha voluto sottolineare come, con l’attuale budget, sia un privilegio essere arrivati a tesserare giocatori come la punte di Cetraro e Taurianova.

Una congiuntura astrale resa favorevole dal fatto che entrambi non sono reduci da stagioni non in linea con le loro qualità.  E entrambi manca la definitiva consacrazione, pur promettendo moltissimo da giovani.

Un discorso che può, eventualmente, essere esteso anche a Jacopo Sciamanna.

Sono le tre bocche da fuoco da cui gli amaranto sperano di trovare le reti necessarie per stare nella colonna sinistra della classifica, magari il più in alto possibile.