Massimo Taibi quando ha avuto modo di raccontare il suo progetto di rosa della nuova Reggina è stato chiaro: servono ventitre giocatori.

L’intento è quello di dare a Cevoli una squadra che, seppur senza grandi spese, sia in grado di dare almeno due giocatori per ogni ruolo alla possibilità di scelta del tecnico.

Colpisce in maniera particolare il fatto che si continuino a cercare giocatori d’attacco, tutti discretamente importanti.

La Reggina ha già sotto contratto Sciamanna e le mani su Lorusso (21 reti in D al Trasterevere l’anno scorso.  Destinato a partire è, invece, Sparacello.

A loro si aggiungerà un centravanti d’esperienza  e anche Zecca, con cui mancano davvero solo i dettagli.

A loro quattro potrebbero aggiungersi fino a tre calciatori che testimoniano la voglia di allestire una batteria di uomini offensivi che imprevedibilità ad un tridente ben assortito.

Tra i nomi che potrebbero diventare amaranto spiccano quelli del’ex Messina Rosafio (Grande protagonista lo scorso anno) e di Alessio Viola.

Dovessero arrivare entrambi, magari assieme a Sforzini, gli amaranto si troverebbero un gruppo di attaccanti in grado di stare quantomeno a metà classifica.