La Reggina, portatasi molto in avanti con il lavoro per il centrocampo, presto si concentrerà sul altri reparti.  Quello dell’attaccante centrale resta un obiettivo in cima di Massimo Taibi.

Il ds ritiene di fondamentale importanza portare a Reggio Calabrai un attaccante che conosca la categoria e che si candidi in maniera seria a superare la barriera della doppia cifra.

Inutile fare voli pindarici: appare abbastanza improbabile che la società amaranto, per il ruolo, abbia un budget in grado di stuzzicare gli attaccanti più quotati della Serie C.   Quelli che, per intendersi, viaggiano a stipendi da 80, 90 o 100.000 euro annui.


Il fatto che si sia avvicinato Ronaldo Bianchi indica che può esserci l’idea di tentare un profilo interessante con un accordo pluriennale, compatibile con i parametri resi inviolabili dalla necessità di fare i conti  (in tutti i sensi) con il bilacnio.

Diversi colloqui esplorativi, tra cui quello con l’agente di Baclet, per il momento non hanno dato esiti concreti, ma tra qualche settimana con le partenze per i ritiri che si avvicinano i tempi si farebbero più stringenti e anche la voglia di chiudere delle controparti.