La Reggina, nell’ultimo campionato di Serie C, è riuscita a chiudere senza troppi patemi d’animo a conquistare la salvezza. Una squadra giovanissima che ha comunque beneficiato di un torneo dove, soprattutto in coda, c’è stata una corsa all’involontaria auto-eliminazione.

C’è attesa per capire chi potrebbe essere l’allenatore con Cevoli, Rossitto, Bianco e Trocini sempre in corsa. Difficilmente non uscirà da questi quattro il futuro tecnico.

L’arrivo di Taibi lascia nell’aria un clima di rivoluzione imminente.  Presto si vorrà capire che tipo di filosofia vorrà adottare la compagine amaranto.

L’ultimo campionato ha insegnato che restare in undici dietro la linea della palla, provando a trovare l’episodio per vincere le partite 1-0 risulta molto più redditizio del provare a proporre calcio.

Sono i limiti di un campionato molto scadente sotto il profilo tecnico, dove neanche il Lecce o il Catania sono mai riusciti a fare grande calcio.

Da più parti si sottolinea come si voglia alzare l’asticella, bisognerà capire quale filosofia tattica si vorrà raggiungere il fine.