CUCCHIETTI  7,5 –  Se la Reggina va verso un lieto fine la sua firma è quella più grande.  Come a Bisceglie.

LAEZZA 6 –  Come il resto della difesa balla in qualche circostanza, ma non cade mai.

FERRANI 6 – Così come in tutte le altre partite il suo contributo di personalità e sulle palle aeree è di rilievo.

PASQUALONI 6,5 – Segna uno dei gol più importanti della stagione.

HADZIOSMANOVIC 6  – Parte male e non è sempre perfetto, ma nel complesso non demerita.

GIUFFRIDA 6 –  Tipico calciatore da lavoro oscuro.  Contro il Bisceglie la Reggina soffre anche a centrocampo, ma l’impegno non viene mai meno.

(64′ PROVENZANO 6,5 – Gioca forse il miglior spezzone di gara da quando è a Reggio e porta avanti qualche contropiede interessante, sbagliando una decisione solo in un caso)

LA CAMERA 6 – Batte il corner da cui scaturisce il secondo gol amaranto, per il resto non si vede moltissimo.

ARMENO 6,5 – Non è al meglio e in qualche circostanza soffre Azzi. Ha il merito di innescare l’azione del primo gol, mezzo voto in più per aver stretto i denti.

(72′ GATTI S.V.)

MARINO 6 – Schierato poco più avanti, manca solo in fase realizzativa.

SCIAMANNA 6,5 –  Al rientro dopo sei mesi da titolare fa centro. La porta la vede ed è uno dei pochi che ha già un contratto per la prossima stagione.

(59′ TULISSI 5,5 – Come spesso gli capita si ferma sempre sul più bello)

SPARACELLO 6 – Tanto impegno, ma avrebbe bisogno di maggiore incisività.

 

MAURZI 6 – Il tempo per le notazioni tattiche è finito, contano i punti e l’atteggiamento. A Bisceglie la Reggina non ha fallito.