Vincere per chiudere i conti, pareggiare per avvicinarsi alla meta o perdere per inguaiarsi fino a fine campionato.

La Reggina va a Bisceglie con due risultati tre, conscia però che se le cose dovessero andare male potrebbero anche complicarsi a lungo termine.

Agenore Maurizi non cambia l’atteggiamento tattico e davanti a Cucchietti si affida alla linea composta da Laezza, Ferrani e Pasqualoni.

Armeno, nonostante il problema al flessore, partirà titolare a sinistra nel 3-5-2- con Hadziosmanovic, come al solito,  sulla corsia opposta.

Cerniera centrale composta da Marino che rimpiazza lo squalificato Mezavilla,  La Camera e Giuffrida.

Pesa l’assenza di Bianchimano in attacco: Sciamanna, Sparacello e Tulissi si giocano due posti.

Favoriti i primi due.