Reggina – Casertana è la sfida candidata numero uno al record negativo di paganti della storia dell’Oreste Granillo.

Difficile che gli oltre 2000 abbonati abbiano in toto voglia di scomodarsi da casa per andare ad assistere a quello che, salvo cataclismi, non si prospetta come uno spettacolo inenarrabile.

C’è chi in nome di una fede allo stadio ci sarà e saranno in pochi.

Buon per Maurizi e la Reggina, perchè un Granillo gremito e arrabbiato sarebbe potuto essere un clamoroso vantaggio per gli avversari.

Oggi da parte dei sostenitori amaranto si assiste ad un autentico travaso di bile, soprattutto sui social.

I tempi sono cambiati e bisogna adeguarsi all’idea che i flussi dei pareri dell’opinione pubblica vengano canalizzati da quelli che sono gli strumenti della socialità 2.0.