Negli anni al Granillo sono stati esposti striscioni contro chi si recava allo stadio solo quando il biglietto era in saldo o regalato.

Si raggiunse il massimo della goliardia con la scritta ‘Occasionale porti male’.  Erano tempi però in cui la Reggina portava allo stadio migliaia di persone che in talune occasioni venivano attorniate da altri che si avvalevano di particolari campagne adottate dalla società.

Oggi le cose vanno diversamente e ogni qualvolta si riesce a riempire un po’ di più lo stadio tutti si rallegrano.

Al Granillo contro il Monopoli c’era un clima diverso.  Sembrava davvero che a giocare fosse la Reggina e non una modesta squadra di Serie C.

Quasi 5000 persone sugli spalti. Molti giovanissimi.   Era l’occasione per essere protagonisti di una grande gara, per ottenere una vittoria e magari riavvicinare anche i più giovani ad una società che attualmente non sembra avere ricambio generazionale nel tifo.

Il Monopoli, giustamente, era di tutt’altro avviso.

Va in archivio per la Reggina un’altra occasione persa.