Non ha i piedi di Pirlo e neanche l’eleganza di Nesta.  Ma alla Reggina bastava esattamente quello che Ferrani ha portato: capacità di guidare la difesa, possibilità di mettere la propria abilità nel gioco aereo al servizio della squadra e tanta esperienza.

Da quando è arrivato la squadra di Maurizi è davvero diventata quasi impenetrabile, oltre che per un atteggiamento tattico piuttosto abbottonato.

Contro il Trapani, però, bisognerà fare i conti con la sua assenza.

E sostituirlo è un problema non da poco, dato che in organico non sembra esserci un difensore con le stesse caratteristiche.

Nel pacchetto difensivo giocheranno sicuramente Laezza e Pasqualoni, resta da capire chi sarà il terzo e come verranno disposti gli uomini.

Contro la Paganese, ad esempio, è stato schierato Gatti.  Ferrani ancora non c’era e Maurizi non aveva ancora dichiarato che il difensore dell’Atalanta non ha nella difesa a tre il terreno migliore per la sua crescita.

Difficile, però, che si possa scegliere altrimenti per non alterare il buon equilibrio trovato.