Per Salvatore Aloi poteva essere la stagione della consacrazione. Il centrocampista del Trapani, classe 1996, nativo di Melito Porto Salvo e cresciuto nel settore giovanile della Reggina prima di essere ceduto al Trapani nel 2004, era partito titolare.
Le due stagioni da protagonista in Serie C con Akragas e Lupa Roma (anche con Maurizi in panchina) sembravano poter essere il trampolino di un lancio che, invece, non c’è stato.
Si è rotto i legamenti del ginocchio alla prima giornata di campionato e solo adesso il suo calvario sta per finire.
Ha già rivisto il pallone assieme ai compagni di squadra e c’è chi sostiene che potrebbe essere arruolabile già per la gara del Granillo tra gli amaranto e i sicliani.
Difficile individuare un rientro più simbolico di così.