La Reggina, di questi tempi, non convince affatto sul piano del gioco.  Come spesso accade nel calcio quando le cose non vanno come la tifoseria spera (dato che mister e giocatori sono felici di quello che si sta facendo) arriva il momento in cui si rimpiangono gli assenti o chi, come nel caso degli amaranto, è partito a gennaio.

Il riferimento naturalmente va a Porcino e De Francesco che a gennaio hanno lasciato lo Stretto.

Erano delle risorse e non certo zavorre e rappresentavano un asse che, soprattutto a sinistra, riusciva a dare una certa capacità penetrativa nelle difese avversarie.

Ma attenzione, soprattutto dopo le prime partite, le altre squadre se ne erano accorte ed era diventato sempre più difficile sfruttarne le potenzialità.

E il trend di gare senza gioco e finalizzate allo 0-0 (leggi qui) , partito da Catanzaro,  aveva testimoniato che anche con loro in campo .

Il problema, ad oggi, sembra essere di concetti.