Momento di flessione per De Francesco, momento di flessione per la squadra. Lo dicevamo lo scorso anno, con maggiore forza lo abbiamo ribadito nel corso di questa prima parte di stagione. Dalle sue prestazioni dipendono moltissimo anche quelle della Reggina e non può essere un caso che in concomitanza con il suo calo di rendimento, gli amaranto negli ultimi periodi siano stati meno brillanti.

Il capitano ha occupato praticamente tutti i ruoli del centrocampo quasi sempre con un rendimento molto alto unito ad una utilità per la squadra elevata, qualità, intuizioni, capacità e visione di gioco.

Per una ingenuità che un calciatore come lui non deve mai commettere, ha saltato l’ultimo match, quello della grande delusione in trasferta contro l’Akragas ed ora si aspetta il suo rientro, insieme a quello di Bianchimano, per tornare a vincere.

Poco credibile l’ipotesi di un suo rilassamento dovuto ad un ormai probabilissimo mancato rinnovo del contratto, tenuto conto che la situazione attuale è identica a quella di qualche mese addietro ed uguali i presupposti, quando a suon di prestazioni ha attirato su di sè l’attenzione di tanti club anche di categoria superiore.

De Francesco andrà via a parametro zero, ma fino al termine della stagione indosserà la maglia amaranto, per questo a lui chiediamo di salire nuovamente in cattedra e prendere per mano la squadra, vista la sua importanza e la capacità di incidere sul rendimento complessivo in maniera notevole.

M.F.