Bastone e carota, solo bastone o solo carota? Dipende sempre dalle circostanze, da chi hai di fronte, dal tipo di rapporto tra le parti. Quel rapporto che per esempio nel caso della Reggina, tra il presidente ed i suoi calciatori o tra questi ultimi ed il tecnico Maurizi, sono solo i protagonisti stessi a conoscerne tipo ed intensità.

E domenica sera scopriremo con esattezza quali siano state le conseguenze di quelle dichiarazioni del dopo gara, immediatamente successive alla sconfitta di Siracusa con l’Akragas, tra l’amarezza del tecnico deluso dai suoi calciatori sul piano umano e l’affondo del presidente Praticò, con una piccola correzione del tiro il giorno dopo. Conosciamo bene la suscettibilità dei giocatori e frasi di quella portata, se non hai il gruppo in pugno, potrebbero sortire un effetto contrario, anche perché rivolte ad elementi di età giovanissima.

Ma, come detto, tutto questo sarà verificabile in occasione della delicatissima sfida contro la Sicula Leonzio, match che non ammette distrazioni o passi falsi, visto il misero bottino raccolto dalla squadra nelle ultime cinque gare. La situazione è precipitata nel breve volgere di qualche settimana, con gli amaranto che son passati dalle prime pagine dei giornali nazionali, alle pesanti critiche ricevute dall’ambiente ma anche dallo stesso massimo dirigente. Ma a prescindere da tutto, c’è una necessità assoluta che è quella di tornare a vincere per scacciare cattivi pensieri ed allontanare nuovamente quella zona play out diventata troppo vicina.

M.F.