Ultimo giorno di squalifica per Lorenzo Di Livio. Sofferenza unita alla voglia ed al desiderio di tornare nuovamente dove sin da piccolo ha sempre sognato di essere, all’interno di un rettangolo di gioco. Ultimo match, quello giocato con la maglia della Ternana contro il Vicenza, gara in cui è stato trovato positivo nel test antidoping, che lo ha tenuto lontano dal calcio giocato per ben cinque mesi.

Giovane promettente, di belle speranze e figlio d’arte, il papà Angelo è stato grande protagonista e vinto tantissimo con la maglia della Juventus e raccolto soddisfazioni con quella della Nazionale e successivamente la Fiorentina. Lorenzo ha fatto tutta la trafila nel settore giovanile della Roma, riuscendo ad impressionare tantissimi addetti ai lavori per le sue grandi qualità tecniche.

Non particolarmente fortunata la sua esperienza in terra umbra con la maglia della Ternana, vuole tornare ad essere protagonista con la società che ha fortemente creduto in lui, la Reggina. Mister Maurizi non ha mai nascosto apprezzamenti e stima verso il calciatore, dichiarando più volte di aver costruito il suo 4-3-1-2 pensando proprio a Lorenzo Di Livio come calciatore di grandissima tecnica individuale da collocare dietro le due punte.

In sua assenza in quel ruolo dall’inizio della stagione abbiamo visto alternarsi Tulissi, Bezziccheri, De Francesco. Dalla prossima sfida, quella al Granillo conto il Catania, Lorenzo Di Livio potrà riprendere il proprio posto. La curiosità è soprattutto dei tifosi, spetterà a Maurizi deciderne la sua utilizzazione.