La Reggina vive il suo momento più difficile della gestione Praticò. Tutto poteva essere immaginato ad inizio stagione, tranne una discesa così verticale tanto da mettere seriamente in discussione il mantenimento della categoria. Si dividono le opinioni su responsabilità dirette di questo crollo, tra gli indiziati principali il tecnico Karel Zeman, fortemente difeso, invece, dal DG Martino. Oggi il quotidiano Gazzetta del Sud, visto che soprattutto sui social il suo nome è quello più gettonato, ha intervistato il tecnico del miracolo play out Giacomo Tedesco:  “Se mi chiamassero Martino e Praticò? Tornerei di corsa: la Reggina è una questione di cuore e se si dovessero creare le condizioni per un mio ritorno non potrei assolutamente dire di no. Non penso servano grandi rivoluzioni, la Reggina ha ottimi calciatori come Botta e Coralli, per esempio, penso sia venuta a mancare quella serenità che invece aveva caratterizzato le prime giornate di campionato quando la stessa squadra dava spettacolo”.