Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Reggina: -9 dal Siracusa, ma il calendario per i siciliani ora è in discesa
Siracusa - Reggina

Reggina: -9 dal Siracusa, ma il calendario per i siciliani ora è in discesa

A gennaio inizia un altro campionato. Quante volte il ritornello è stato ripetuto relativamente al campionato di Serie D? Un’infinità

Tra squadre che smobilitano per risparmiare denaro e altre che cominciano ad avere problemi economici il fatto sembra destinato a ripetersi, con altre che si prendono i loro pezzi migliori.

La Reggina, sapendo di dover pagare dazio all’essere partiti per il ritiro a fine agosto, ha sperato di arrivarci ancora in corsa alla pausa natalizia.

La realtà dice che l’occasione persa contro il Noto pesa e tanto.  Essere a -7 dal Siracusa e a -6 da Cavese e Frattese sarebbe stato diverso che essere a -9 e -8.

Sono due punti che pesano come macigni e anche avere tutti gli scontri diretti in casa non è un consolazione.

Le partite che separano gli amaranto dal 2016 sono complicate. Il Gelbison non è un avversario irresistibile, ma fare risultato in trasferta è sempre complicato, soprattutto per una Reggina atlalenante come questa.

Dopo al Granillo arriverà il Due Torri, che sta davanti di tre punti agli amaranto e reduce dall’impegno casalingo contro l’Agropoli.

Sulla carta più complicato il compito della Cavese: Vibonese in casa e Frattese fuori.    Due scontri diretti che potrebbero agevolare il compito degli amaranto.

I calabresi di Di Maria (oggi due punti sopra la squadra di Cozza) chiuderanno l’andata contro la Vigor Lamezia.

Non insormontabile le avversarie della Sarnese quinta (1 pt in più degli amaranto): Scordia in casa e Palmese (decisamente più complicato come impegno) fuori.

Appare, invece, destinato a fare bottino pieno il battistrada Siracusa. La capolista farà visita alla Vigor Lamezia (fanalino di coda) e e poi ospiterà il Rende.

La sensazione è che, per pensare di restare in corsa anche in avvio di 2016 almeno in via ipotetica, non si potrà fare a meno di fare sei punti nelle prossime due partite.

Ci riuscirà la squadra di Cozza?