Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina-Crocetti, le strade si incrociano. Quel matrimonio saltato per soldi…

Reggina-Crocetti, le strade si incrociano. Quel matrimonio saltato per soldi…

Inutile girarci attorno: le strade di Crocetti e della Reggina si sarebbero divise per motivi economici. E’ l’idea nasce da più di un indizio. Il centravanti, reduce dal campionato vinto a Siena, aveva persino svolto parte della preparazione con la squadra di Cozza, prima di lasciare Cittanova e decidere di superare lo Stretto ed accasarsi a Siracusa, dove evidentemente le sue richieste sono state esaudite.

Il tecnico amaranto puntava forte su di lui. 13 reti in 29 partite lo scorso anno e un contributo decisivo nella promozione dei bianconeri toscani in Lega Pro, dopo la ripartenza dai dilettanti.

L’avvento del direttore Gabriele Martino ha portato a una rivisitazione delle bozze di accordo presenti con i calciatori presenti in ritiro.  Una necessità per ottimizzare i costi e non mettere in difficoltà una società che può comunque vantare su un budget da vertice della classifica

E se ci sono stati calciatori come Arena e Zampaglione, pezzi pregiati per la categoria, che hanno accettato di decurtarsi l’ingaggio a favore di una parte di stipendio mobile e legata al rendimento, Crocetti non lo ha fatto.

Che il calcio non sia nè una questione di cuore, nè di ambizione era cosa nota da tempo. Soprattutto se hai 32 anni e giochi in Serie D, come nel caso di Crocetti.

Poco male per lui che ha già segnato 4 reti in quest’avvio di campionato, mentre chi è stato scelto al suo posto in amaranto (Tiboni) è fermo ai box per infortunio.

E domenica ha l’occasione di dimostrare che valeva quanto chiedeva.