Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Praticò: “S. Agata non disponibile? Ne prendo atto, ma a noi servono le strutture”

Praticò: “S. Agata non disponibile? Ne prendo atto, ma a noi servono le strutture”

Un centro di eccellenza, la costruzione prima di uomini e poi di atleti. Un settore giovanile che comprenda tutte le categoria, con campionati che saranno circoscritti all’ambito regionale. Ma anche corsi di formazione e master. Questo il progetto di rilancio della Reggina Calcio presentato nella giornata di ieri dal presidente Lillo Foti che, sollecitato dalle domande dei giornalisti presenti, ha anche chiarito e di fatto chiuso in maniera definitiva, alla possibilità per l’ASD Reggio Calabria di poter usufruire del centro sportivo S. Agata, neanche nella disponibilità di un solo campo. Sull’argomento, abbiamo interpellato il presidente della nuova società amaranto Mimmo Praticò: “Ho letto attraverso i siti e sui giornali di questa conferenza stampa. Non credo di dover dire molto se non prenderne atto. Di sicuro, oggi noi rappresentiamo per Reggio Calabria città la massima espressione calcistica e per tale motivo riteniamo di dover avere a nostra disposizione le strutture per poterci allenare e far giocare gli atleti del nostro settore giovanile. Sempre con il massimo rispetto e l’attenzione per tutte quelle che sono le altre società sportive del nostro territorio. Se il S. Agata non sarà disponibile, oltre all’ASD Reggio Calabria ne prendano atto anche le istituzioni. A noi serve un campo di allenamento per la prima squadra, spero quanto prima ci venga messo a disposizione. Oggi per questo tipo di difficoltà la squadra è costretta ad allenarsi in provincia, prolungando in maniera forzata e costosa il proprio ritiro. L’ASD Reggio Calabria penso debba avere la sua casa in città”.