Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina,Vigiani e Giosa a parte

Reggina,Vigiani e Giosa a parte

La Reggina attende con ansia di avere la conferma che domenica,contro l'Atalanta,potrà contare sull'apporto del proprio pubblico,scongiurando l'ipotesi di un Granillo a porte chiuse. Gli amaranto,che in una classifica senza penalizzazioni avrebbero trenta punti, vengono da due colpi in trasferta che hanno fatto schizzare l'euforia a mille tra i tifosi e gli addetti ai lavori. Walter Mazzarri,in conferenza stampa,ha inteso far capire che in tali circostanze spetterà a lui svolgere il ruolo del pompiere per spegnere i facili entusiasmi che potrebbero portare a sottovalutare la sfida con gli orobici e a perdere il filone di prestazioni intrapreso dall'inizio del campionato. Se Ancelotti si coccola Ronaldo,il tecnico della Reggina si tiene stretto il suo Rolando e gonfia il petto quando si prende i meriti di aver convinto il giocatore a provare la soluzione "tocco e tiro" sui calci piazzati,rivelatasi poi valida alla luce di quanto è accaduto all'Olimpico dove Abbiati non ha potuto opporsi alla cannonata del centravanti. Oggi,al S.Agata,si è svolta  una doppia seduta a porte chiuse,con Giosa e Vigiani che hanno lavorato a parte. Se il match winner di Cagliari non dovesse farcela per domenica,potrebbe essere reale la possibilità che Foggia parta dall'inizio,nella posizione di centro-destra che Mazzarri ha prefigurato per lui come quella più consona alle grandi doti del talento napoletano. Torna disponibile Tognozzi e per la prima volta nel settore nevralgico la contemporanea presenza dell'ex pescarese,di Amerini e Gazzi creerà una corsa a tre per affiancare in mediana Tedesco. Amoruso e Mesto vanno a fare compagni a Lucarelli e Lanzaro nella lista dei diffidati,che ora sono perciò quattro.