Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Tedesco non ci sta: “Non sono una belva!”

Tedesco non ci sta: “Non sono una belva!”

cagliari-regginLa vicenda dell'immediato dopogara di Cagliari-Reggina pare ben lontana dalla sua archiviazione. I quattro turni di squalifica attibuiti ieri dal Giudice Sportivo a Giacomo Tedesco fanno male, ma assai meno della ricostruzione dei fatta data dal primo grado della Giustizia sportiva.

"Ma vai via che c'hai pure una figlia malata…", la frase riportata nel referto

da uno dei collaboratori dell'arbitro ed attribuita al centrocampista amaranto nei confronti del cagliaritano Abejon è valsa la lunga squalifica per Tedesco e l'esimente totale per la reazione dell'avversario, che pure ha aggredito fisicamente (insieme a Langella, fermato per due turni) il calciatore della Reggina.  

Ma la Reggina Calcio prima e Giacomo Tedesco in persona subito dopo contestano vibratamente prima ancora che la sentenza, la ricostruzione di quanto accaduto che, evidentemente, getta una pesantissima ombra sul Tedesco-uomo, ben prima del Tedesco-calciatore.

E proprio su questo punto il centrocampista di Palermo urla tutta la sua rabbia negando assolutamente di avere pronunciato la frase incriminata o alcun altra simile che potesse fare riferimento allo stato di salute di familiari di chicchessia.

"Non sono una belva!" urla Tedesco. Porterò tutti in Tribunale!"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *