L’effetto Oddo, per il momento, non sembra funzionare al Crotone. Il pareggio all’esordio e la sconfitta di Perugia certificano che, al momento, l’allontanamento di Stroppa non ha dato alcun tipo di slancio.
Per il momento c’è da fare i conti con i numeri che condannano i pitagorici ad abituarsi alla prospettiva che si possa dar vita ad un campionato anonimo.
Dodici punti in dodici partite rappresentano la media di una squadra che deve accontentarsi di evitare le ultime posizioni e il trend dell’ultimo periodo è ancora peggiore: due punti nelle ultime quattro uscite.
Nello stesso arco di tempo c’è da aggiungere che sono stati segnati solo due gol e ne sono stati subiti ben cinque.
Nel libro dei numeri dell’orrore si aggiunge anche il dato relativo alla porta: da nove gare, infatti, i calabresi subiscono puntualmente almeno una rete.
A ciò si aggiunge che due pezzi pregiati come Benali e Nalini sono ancora lontani, così come il mercato di gennaio, destinato a diventare l’occasione per apporre i giusti correttivi ad una rosa che forse è stata sopravvalutata.