Il Crotone di Stroppa ha diverse anime. C’è quella dei calciatori importanti che sono rimasti nonostante la retrocessione in Serie A.

C’è quella degli uomini importanti che sono arrivati e sono destinati ad arrivare. C’è anche e soprattutto quella dei giocatori in rampa di lancio. Giovani, bravi e pienamente collocabili nel cerchio dei talenti che il Crotome, come da tradizione, può lanciare.
Tra questi, ad esempio, c’è Marco Firenze, reduce da qualche esperienza in prestito. Ma l’attaccante è il primo di una lunga serie di elementi che comprende Marchizza, Como, Garattoni, Esposito, Capone e Borello.
E’ l’anima del Crotone in rampa di lancio, quello che può essere decisivo attorno ad un’ossatura di squadra di primo livello e può diventare patrimonio importante per la società.