L’ipotesi di ospitare Cristiano Ronaldo in Calabria non è solo un sogno.  Non lo è per due motivi, sebbene potrebbero solo dilatarsi i tempi in un caso o nell’altro.

Il primo è che, venendo accolta la richiesta della Procura per le presunte irregolarità fideiussorie del Chievo Verona, la società del presidente Vrenna potrebbe già giocare la prossima Serie A.

I 15 punti di penalizzazione sullo scorso campionato ,per i clivensi, sarebbe sinonimo di retrocessione per i gialloblu e salvezza per i pitagorici.

L’altro, invece, è che, comunque vada, la squadra calabrese si approccerebbe alla prossima Serie B con la possibilità di giocare da protagonista.

Pochi giorni e si saprà quale orizzonte ci si dovrà aspettare. Crotone, nel frattempo, sogna.