Il 17 luglio rappresenta la data in cui il Chievo avrà la prima udienza relativa alla questione plusvalenze.  I clivensi rischiano un clamorosa retrocessione in  B d’ufficio che porterebbe automaticamente il Crotone in A.

La prospettiva affascina tutti: tifosi, società, squadra e allenatore.  Tuttavia, si corre il rischio che questo possa complicare le cose in vista del prossimo campionato di Serie B.  Il riferimento va naturalmente al fatto che c’è una certa difficoltà nell’agire sul mercato, considerato la mancanza di certezze sul campionato che si andrà a disputare.

E potrebbe anche e soprattutto distrarre da aspetti concreti.   L’obiettivo di Stroppa, per il momento, è isolare il gruppo dalle eventualità, provando a fare stare il gruppo sul pezzo.  Essere tornati sul campo aiuta a gestire meglio la quotidianità: il dover fare uno scatto o un esercizio nel migliore dei modi rappresentano i traguardi a brevissimo termine che ogni calciatore deve porsi in questa fase.

In questo senso aver iniziato il ritiro rappresenta una fase che può diventare alleata nel ripristino della condizione ottimale della squadra.