Il Crotone deve la sua fortuna a dirigenti come Beppe Ursino.  Uno che, con la collaborazione del figlio e sotto la regia della famiglia Vrenna, ha fiuto speciale per i grandi talenti.

Li sa riconoscere quando sono giovani ed è, soprattutto, in grado di capire quando ancora non sono esplosi, ma c’è del buono da prendere.

E’ ad esempio il caso di Federico Macheda. L’attaccante, cresciuto nel Manchester United, non ha rispettato le promesse che lo volevano al top del calcio internazionale.

Oggi ha ventisei anni ed ha segnato solo tre reti nell’ultima stagione a Novara.  Il calciatore a Crotone potrebbe trovare l’habitat migliore per tornare ad essere tutto quello che si immaginava potesse diventare.

Si tratterebbe di un’idea che il Crotone sta valutando. Anche perché Macheda è romano, ma è figlio di una famiglia più calabrese che mai.  Il padre e la madre sono originari del quartiere Archi di Reggio Calabria.

I prossimi giorni aiuteranno a capire se l’idea è solo una suggestione o può diventare realtà.