L’arrivo di Stroppa sulla panchina del Crotone suggerisce che, per il ds Ursino, ci sarà un grande lavoro da fare. L’ormai ex tecnico del Foggia ha come credo un calcio profondamente diverso da quello che gli ultimi tecnici pitagorici hanno adottato.
Potrebbe essere necessario cambiare tanti interpreti, al di là di quelle che sarebbero potute essere le fisiologiche variazioni che riguardano due stagioni differenti.
Stroppa potrebbe scegliere un 3-5-2 come un 3-4-3, ma la difesa a tre rappresenta una certezza. Un dato che, di conseguenza, autorizza credere che tra le richieste fatte dal nuovo tecnico ci sarebbe quella di avere un difensore centrale abile nel fa partire il gioco dalle retrovie.
Un vero e proprio regista che possa essere una fonte di gioco alternativa. Per intendersi si chiede un elemento che possa fare ciò che faceva Leonardo Bonucci con la Juventus di Antonio Conte. Reperire un marcatore dotato con piedi buoni in Serie B potrebbe non essere impresa semplice, ma Ursino è abituato alle imprese impossibili.