Ad un certo punto sembrava davvero che si fosse ai dettagli. Pareva davvero che il paclet del Foggia fosse solo un dettaglio burocratico. Adesso pare che l’opposizione dei pugliesi rischia di essere così forte da far fare un passo indietro al Crotone.
Stroppa è ancora sotto contratto con i satanelli e senza una firma del presidente pugliese nulla è certo. La rescissione non arriva, forse per un dispetto da parte di una società che non credeva di essere lasciata dal proprio tecnico, forse arriverà, ma il Crotone non può permettersi di rischiare.
I pitagorici stanno virando su altri profili come quelli di Barone e Oddo.
Potrebbe anche trattarsi di una tattica per far correre lungo la schiena dei dirigenti foggiani il brivido di avere un tecnico a libro paga fuori dal progetto o forse no.
Quel che è certo è che il Crotone e Stroppa non sono mai stati così lontani.