Dopo gli scarsi risultati e quelle che potevano essere autentiche mazzate sul morale come gli infortuni seri di Budimir e Benali, non era scontato che il Crotone riuscisse ad avere ragione del Bologna e a rilanciarsi nella corsa alla salvezza.
A fare la differenza nella riscossa rossoblu sarebbero stati i tre giorni di ritiro a Steccato di Cutro.
Una scelta adottata non per punizione, ma per agevolare la necessità di fare quadrato del gruppo.
Un modo per cementare lo spogliatoio, facendo cose semplici come passeggiare, chiacchierare e giocare a carte.
Cose semplici che Zenga è pronto a riproporre, un po’ per scamaranzia e un po’ perchè lo ritiene davvero importante.