Il Crotone pareggia con l’Atalanta ed ottiene il quarto risultato utile consecutivo, il terzo pari.   Sono sei i punti conquistati nelle ultime quattro partite, non male per un ciclo che prevedeva uno scontro diretto in trasferta e due gare contro formazioni di altro spessore come Inter e Torino.

La situazione resta positiva a tuttotondo: la classifica è la base migliore per un rush finale a cui il Crotone si presenta con la consapevolezza di avere la forza di poter centrare l’obiettivo ed una personalità che Walter Zenga ha saputo trasmettere al meglio.

Attenzione, però, nelle ultime quattro partite il bottino sarebbe stato sensibilmente migliore e avrebbe consentito di avere praticamente la salvezza in cassaforte.

E non sempre i punti sono sfuggiti per demerito degli uomini di Zenga. Contro il Cagliari, ad esempio, si sarebbe potuti tranquillamente arrivare alla vittoria se non fosse stato per l’errore gravissimo di Tagliavento e del var che hanno annullato il gol vittoria di Ceccherini.

Sfruttando un episodio favorevole, invece, si sarebbe potuta battere anche l’Atalanta, ma è mancata un pizzico di attenzione nel finale.

Con quattro punti in più il futuro sarebbe stato ancora più roseo di quanto non sembra oggi, ma occhio a non collezionare rimpianti.