Crotone e Atalanta si dividono la posta in palio nel pantano dell’Ezio Scida. Il terreno dell’impianto pitagorico è stato messo a dura prova dall’acqua che si è abbattuta nelle ultime ore sulla Calabria  e lo spettacolo offerto dalle due squadre non è potuto essere dei migliori, data la difficoltà nella circolazione del pallone e il poco pubblico presente sugli spalti in virtù delle proibitive condizioni atmosferiche.

I gol che animano la sfida arrivano entrambi nell’ultima fase del match.

Prima Benali, all’80’, l’errore di Berisha che porta al top in vincente di Mandragora.

A negare i tre punti ai calabresi è Pallomino che, a due minuti dal novanteismo, sfrutta una ribattuta di Cordaz su conclusione sotto misura di Masiello per fare 1-1.

 

CROTONE: Cordaz; Faraoni, Ceccherini, Capuano, Martella; Barberis (68’ Ajeti), Mandragora, Benali; Trotta (76’ Ricci), Budimir (86’ Pavlovic), Nalini. A disp.: Festa (GK), Viscovo (GK), Stoian, Rohden, Izco, Zanellato, Simic, Crociata, Simy. All. Zenga

ATALANTA: Berisha; Toloi, Palomino, Masiello; Hateboer (83’ Barrow), De Roon, Cristante, Spinazzola; Ilicic; Petagna (55’ Freuler), Cornelius. A disp.: Gollini (GK), Rossi (GK), Gosens, Castaigne, Melegoni, Mancini, Haas, Schmidt, Bastoni. All. Gasperini

Arbitro: Massa di Imperia
Reti: 80’ Mandragora (C), 88’ Palomino (A)
Ammoniti: 35’ Palomino (A), 52’ Capuano (C), 76’ Budimir (C), 83’ Faraoni (C), 85’ Toloi (A), 90’+3 Nalini (C)