“Questa è una famiglia che permette all’allenatore di poter sbagliare. Il presidente e il direttore sono le mie figure di riferimento”.

Walter Zenga, ospite di Tiki Taka ad inizio settimana, ha voluto sottolineare come la sua esperienza a Crotone sia contraddistinta da un ambiente che lo coccola e gli permette di svolgere il suo lavoro al meglio.

E per il momento le cose sembrano funzionare dato che non era facile subentrare a Davide Nicola ed entrare subito nella testa dei giocatori.

La sintonia, invece, c’è stata con la società che sul mercato è riuscita a lavorare nel modo più congeniale possibile al modo di intendere il calcio dell’allenatore milanese.

Il risultato è che, al netto di un periodo iniziale di ambientamento e di un avvio con un calendario difficile, l’esperienza di Zenga fino al momento ha generato un miglioramento evidente nel rendimento della squadra.

Ad oggi con Zenga i rossoblu viaggiano alla media di un punto a partita, dato che sarebbe stato sensibile maggiore qualora i calabresi non fossero stati scippati di una vittoria meritata contro il Cagliari e negata da un vistoso errore arbitrale.

Con Nicola, invece, si viaggiava alla media 0,80.

Adesso non resta che proseguire nella strada intrapresa.