Uno scontro diretto di grandissima importanza. Allo Scida di fronte un Crotone in grande crescita ed un Genoa in piena crisi con il fresco cambio in panca e quindi la mancata possibilità di riabbracciare l’ex Juric, appunto esonerato. Ma c’è un altro ex in questa sfida che ha lasciato un grande ricordo e che per lungo tempo la società pitagorica ha provato a riportare la scorsa estate alla corte di Nicola.

Parliamo di Aleandro Rosi, intervistato a pochi giorni dalla gara dai colleghi di TMW, questi alcuni passaggi: “Di Crotone posso solo che parlar bene. Porterò per tutta la vita con me il ricordo di quella esperienza che è stata unica. E’ stato tutto bellissimo, dai compagni al mister passando per i tifosi. Il segreto di quella miracolosa salvezza è stata certamente la voglia di non mollare mai. E’ stato bravo mister Nicola ad avere sempre una parola di riguardo nei nostri confronti anche quando magari si perdeva. Questo ci ha tenuto in vita. Poi è anche scattata la scintilla con la vittoria contro il Chievo a Verona e da lì è iniziato qualcosa di magico.

L’anno scorso avevamo una marcia in più davanti al pubblico di casa. Anche i tifosi del Genoa, la Gradinata Nord, sono fantastici e con il lavoro vogliamo farli tornare a sorridere”.