Il Crotone ottiene a Bologna una vittoria di fondamentale importanza. Non perchè si tratta di tre punti che aiutano e non poco la classifica. Non perchè si è vinto uno scontro diretto in trasferta. Non perchè si tratti della seconda vittoria consecutiva dopo quella ottenuta contro la Fiorentina.

Il successo ottenuto al Dall’Ara è la certificazione che la squadra di Nicola in questa stagione avrebbe la forza per andare a prendersi una salvezza che non suonerebbe come un miracolo, ma come un obiettivo alla portata per la squadra pitagorica.

Lo ha detto il campo con un successo ottenuto riuscendo prima a pareggiare un avversario ostico come il Bologna, dotato di un grande Verde (doppietta da ambidestro su punizione) e poi rimontare il nuovo vantaggio felsineo.

Un’affermazione arrivata dunque con carattere ed anche con una doppietta di Budimir, uomo in più qualora dovesse continuare a vedere con questa regolarità la porta.

BOLOGNA: Da Costa; Krafth, Helander, Gonzalez, Masina (79’ Falletti); Crisetig, Poli, Donsah (73’ Destro); Verdi, Palacio, Di Francesco (46’ Krejci). A disp.: Santurro (GK), Ravaglia (GK), Nagy, Demaio, Petkovic, Taider, Mbaye, Maietta, Okwonkwo. All.: Donadoni

CROTONE: Cordaz; Sampirisi, Ceccherini, Simic, Pavlovic; Nalini, Barberis, Mandragora, Stoian (60’ Rohden); Budimir (92′ Simy), Trotta (83’ Izco). A disp.: Festa (GK), Viscovo (GK), Suljic, Tonev, Faraoni, Cabrera, Martella, Crociata, Ajeti. All. Nicola.

Arbitro: Pasqua di Tivoli
Reti: 38’ e 45’ Verdi (B), 41’ e 70’ Budimir (C), 68’ Trotta su rigore (C)
Ammoniti: Sampirisi (C), Budimir (C), Simić (C)