Torna il campionato e per il Crotone il difficile compito di proseguire la mini striscia di risultati positivi dopo la vittoria interna con il Benevento ed il pareggio sul difficile campo della Spal. In attesa della prossima sfida, ha parlato il DS Ursino a ‘TMW Radio Night Show‘ su TMW Radio: “Ho avuto la fortuna di avere tre presidenti che non mi hanno mai imposto un calciatore. Sono orgoglioso del nostro valore. Il nostro rapporto chiaro e sincero è la cosa più importante che abbiamo al Crotone.

Da mister Nicola avevo una promessa

La permanenza di Nicola? Io ero sicuro perché avevo parlato con lui. Mi ha confidato che avrebbe voluto fare un altro anno con noi e quindi ero tranquillo. Ha avuto qualche chiamata, ma ha preferito restare con noi. Il campionato di quest’anno è diverso rispetto all’anno scorso perché è molto più equilibrato. Noi meritavamo qualcosa in più, per esempio col Cagliari e col Verona. Il campo dice che abbiamo cinque punti, ma abbiamo dimostrato di avere lo stesso carattere che ci ha portato alla salvezza. Siamo sicuri di poterci salvare anche prima rispetto alla passata stagione. La cosa principale che dobbiamo portare avanti è quella di non perdere il nostro carattere e soprattutto in casa, sbagliare il meno possibile.

Abbiamo buoni attaccanti, ma valuteremo

L’attacco? Tumminello non è mai stata una seconda scelta. Peccato perché ha avuto questo incidente grave, perché penso che con noi avrebbe potuto dimostrare il suo valore. Un attaccante a gennaio? Noi lavoriamo sempre perché è il nostro mestiere. Stiamo osservando diversi giocatori, poi decideremo. Sono sicuro che però gli attaccanti che già abbiamo in rosa faranno molto molto bene. La gara contro il Torino? Sarà una partita difficilissima perché il Torino è stato costruito per piazzarsi nei primi sei posti in classifica. Noi però se giochiamo da Crotone non abbiamo paura di nessuno”.