Un punto nelle prime tre gare per il Crotone. Un bottino esiguo ma che non desta particolari preoccupazioni soprattutto in mister Nicola, convinto che alla lunga la squadra verrà fuori: “Il primo tempo siamo stati troppi remissivi, abbiamo badato solamente a quello che faceva il Cagliari, alcune cose che erano state preparate non le mettevamo in pratica. Poca lucidità e poca precisione, si poteva anche pareggiare, accetto la sconfitta, bisognare crescere e lavorare molto. C’è un problema di realizzazione, soprattutto nel primo tempo si è creato molto poco, meglio il secondo per esempio con l’occasione di Budimir. I nostri giovani hanno delle qualità che dimostreranno con il tempo, ne sono convinto, siamo in pieno processo di crescita ed ho molta fiducia per il futuro. Noi siamo una realtà dove è difficile avere degli strascichi, prima di arrivare ad avere risultati con continuità c’è la necessità di migliorare attraverso il lavoro, non ci sono le preoccupazioni dello scorso anno, bisogna fare dei punti per arrivare alla salvezza, se non riesci a farli subito devi avere la fiducia e la convinzione di poterli fare in seguito”.