Alla ricerca di un nuovo sogno. Dopo la miracolosa salvezza della scorsa stagione, per il Crotone è arrivato il momento di resettare e ripartire. Davide Nicola avvisa i suoi, le difficoltà saranno identiche: “Il passato non mi interessa più, se non per ringraziare tutti quelli che ci sono stati vicini. Per noi la serie A non è più una scoperta, un salto nel buio. Conosciamo le difficoltà che porta una categoria di questo genere. Ma guai a pensare che sarà più facile. Le difficoltà non cambiano, partiremo anche quest’anno con il pronostico a sfavore, anche le squadre neopromosse stanno dimostrando di avere mezzi economici importanti. Quindi noi dovremo essere bravi a completare velocemente la squadra e a trovare i profili che possono fare la differenza”.

Capitolo mercato. Tornato Budimir e arrivato il difensore Cabrera, la società rossoblù è attiva per completare l’organico a disposizione di Nicola: “Adesso c’è tutto il lavoro che dovremo fare in ritiro e possibilmente la squadra da completare per quelle che sono le nostre possibilità.  Ad oggi noi perdiamo il 50% della squadra dello scorso anno, ma sapevamo che alcuni giocatori sarebbero tornati alle rispettive case madri. Stiamo cercando, anche grazie al grande entusiasmo che ci sta mettendo il nostro direttore generale Raffaele Vrenna, di poter riportare qui quanti più giocatori dell’anno scorso, quindi -conclude il tecnico pitagorico- cercare di inserire i profili di calciatori che possono farci fare un ulteriore salto di qualità”.