Crotone alla ricerca della terza vittoria consecutiva. Dimenticare l’Inter e produrre la stessa intensità in occasione della trasferta contro il Torino, il pensiero di mister Nicola: “E’ stata una settimana tosta, giochiamo con un giorno in meno di riposo, quindi lavoro strutturato in maniera diversa, ci sono stati i tre nazionali, qualche malessere. Ma quel che conta è resettare tutto e pensare alla sfida con il Torino, sfida difficilissima, conosco l’ambiente, giocare davanti a quei tifosi è davvero complicato, l’ho presentata ai miei ragazzi come la partita più difficile, hanno un attacco spaventoso, ma subiscono anche tanto. All’andata abbiamo fatto una bellissima partita con un finale poco fortunato per noi. Oggi continuiamo a portare avanti il nostro sogno, il rinnovato entusiasmo ci può dare una mano di aiuto, ma sappiamo che non deve mancare l’umiltà, ho fatto presente ai ragazzi che è stato fatto un piccolo passo verso qualcosa che richiede ancora tanto lavoro ed umiltà. Possiamo dire la nostra sul gioco e sulla capacità di poter far male al Torino, voglio che la gente che ci guarda abbia la sensazione che il Crotone stia facendo di tutto per arrivare alla salvezza. Belotti è un grandissimo giocatore, lo ha dimostrato durante tutta la stagione, è una delle migliori punte a livello europeo, ma il Torino non è solo Belotti. Noi puntiamo a fare un’azione di squadra per limitare le sue straordinarie potenzialità rimanendo fedeli alla nostra identità”.