“E’ un grande piacere essere un calciatore del Crotone”. Esordisce così il neo acquisto rossoblù Federico Ricci, che poi prosegue: “Per un giovane come me questa è la piazza ideale per lavorare bene, crescere e maturare. Ringrazio la società per avermi dato questa chance e mi impegnerò al massimo per ricambiare, sul campo, la fiducia che mi è stata accordata. Le mie qualità? Sono bravo nel dribbling, sono molto tecnico, rapido e veloce”.

Federico ha esordito in Serie A lo scorso 1 dicembre contro l’Atalanta, entrando al posto proprio di un ex del recente passato rossoblù, Alessandro Florenzi: “Io e Alessandro siamo molto amici, mi ha sempre parlato benissimo del Crotone, di tutta la società e della città. Mi ha detto che la gente è stupenda e che i tifosi stanno sempre vicini alla squadra facendo sentire il loro caloroso affetto. Inoltre mi ha sempre detto che Crotone sarebbe stata la meta giusta per me. Mi ha detto che sono arrivato in una grande piazza.
Quale posizione prediligo in campo? Ho sempre giocato come esterno offensivo, sia destra che a sinistra, e all’occorrenza ho ricoperto anche il ruolo di trequartista. Mi metto a disposizione di mister Drago. Lo scorso anno ho visto giocare in tv il Crotone in casa e mi ha colpito il calore e la spinta del pubblico. Non vedo l’ora di iniziare per provare queste emozioni in prima persona e spero di poter regalare molte gioie ai tifosi”.
Felicissimo di poter vestire la casacca pitagorica anche il difensore Gian Marco Ferrari: “Sono molto contento di approdare in una piazza così prestigiosa. Dopo aver fatto bene lo scorso anno a Gubbio in Prima Divisione sono veramente entusiasta di approdare al Crotone che nell’ultima stagione ha fatto vedere un gran calcio ed ha disputato i playoff per la Serie A. Sono davvero felice di essere in una squadra importante come il Crotone.
Ferrari parla della sua carriera: “Sono cresciuto nel settore giovanile del Parma. Poi ho iniziato la cosiddetta gavetta maturando esperienze nei Dilettanti, poi con il Renate in Seconda Divisione e lo scorso anno con il Gubbio”.
Le mie caratteristiche? Sono un centrale difensivo mancino, bravo nel gioco aereo e abile palla al piede.
Fra circa due settimane inizia il ritiro: “Non vedo l’ora di cominciare questa nuova avventura il 18 luglio e di mettermi a disposizione del mister. Ho sentito parlare benissimo di questa piazza e del calore dei tifosi, giocare allo Scida mi mette i brividi. Ringrazio tutta la dirigenza del Crotone per questa grossa opportunità. Spero di ripagare la loro fiducia e i tifosi al meglio, darò tutto me stesso per portare il nome del Crotone sempre più in alto”.