Home / Sport Strillit / CROTONE CALCIO / Le prime dichiarazioni dei neo acquisti Salzano e Zampano

Le prime dichiarazioni dei neo acquisti Salzano e Zampano

Salzano ha 23 anni, è campano, è un centrocampista offensivo col vizio del gol ed è dotato di un gran sinistro: “Nell’ultimo campionato ho preso una certa confidenza con il gol riuscendo a segnarne ben 9, un bel bottino per un centrocampista. Posizione? Sono una mezzala sinistra e posso giocare anche nel ruolo di trequartista. Sono bravo tecnicamente e mi definisco una mezzala di qualità. Sono contento di arrivare in una piazza accogliente e calorosa, con uno stadio con il pubblico vicino al campo che fa sentire il proprio appoggio e una grande curva. Perché mi chiamano il ‘Samurai’? E’ un soprannome che mi hanno dato due anni fa quando giocavo con il Portogruaro per via della mia capigliatura. Ringrazio la società per l’opportunità che mi è stata data e ora starà a me ripagarla dando il massimo in campo e fuori. Non vedo l’ora di arrivare in Calabria e di iniziare con il ritiro pre campionato. Sono molto felice di aver scelto il Crotone perché credo che questo sia il posto giusto per emergere per un giovane come me. Conosco qualcuno? Giuseppe Zampano, abbiamo giocato insieme due anni fa al Portogruaro, sono contentissimo di ritrovarlo a Crotone”.

E anche Giuseppe Zampano, che a settembre compirà 21 anni, esprime tutta la sua felicità per la scelta fatta, arrivando in una piazza che ha sempre stimato: “Mi hanno parlato tutti bene del Crotone. Una società seria che ogni anno mette in vetrina tanti giovani talenti. Ringrazio la dirigenza del Crotone per avermi scelto, per me è una grande chance. Questa è la piazza ideale per crescere e maturare. Ruolo? Nasco come centrocampista, ruolo che ho ricoperto quando militavo nelle giovanili della Sampdoria, ma due anni fa al Portogruaro sono stato arretrato nella posizione di esterno difensivo, con buonissimi risultati, posizione che prediligo. Posso giocare sia a destra che a sinistra, mi piace partire da dietro e portare palla, la mia arma è la corsa. Purtroppo, a causa di un infortunio, nella scorsa stagione ho iniziato a giocare da dicembre in poi. Ma ora sono al 100% e ho tanta voglia di dimostrare il mio valore con la maglia rossoblù. Una squadra che gioca per divertire, tifosi passionali che sono tutt’uno con squadra e città, non vedo l’ora di calcare il terreno dello Scida”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *