«Il Trapani è una squadra costruita per vincere, non sono queste le partite che devono cambiarci la stagione ma noi la giocheremo a tremila come ogni partita. Mancherà Marras, è vero, ma non credo che per loro sia un problema sostituire un giocatore così con una rosa così – giocano 3-5-2, raramente 4-3-1-2″.

Così parlo il tecnico Piero Braglia attraverso il sito ufficiale della società silana.

Il Cosenza è pronto ad una sfida quasi  proibitiva contro il Trapani, ma i lupi sembrano aver ritrovato la strada giusta e sono forti abbastanza da poter t non temere nessuno.

Noi  – prosegue l’allenatore – dobbiamo continuare a dare problemi agli avversari, la partita di domenica ci ha indicato la strada da seguire, non è quello il problema nostro. Attaccanti? Abbiamo Mendicino e Tutino, i compiti sono chiari, non si cambia nulla perché non c’è nulla da cambiare. Noi abbiamo un ragazzo del ’96 che è Palmiero, Loviso è un signor professionista che avrà le sue occasioni, a volte mi dispiace quando sta fuori, un giocatore forte ed una persona per bene. Perina? Stanno facendo un buon lavoro, a me non piace sacrificare spesso Saracco perché non è nemmeno giusto, parlerò con Pietro e decideremo»