Le parole di Piero Braglia nella conferenza stampa di presentazione di Catanzaro – Cosenza, gara valevole per la quindicesima giornata di Serie C – Girone C:

«I risultati dicono che si tratterà di una gara equilibrata, noi dobbiamo continuamente migliorarci e quel poco che stiamo facendo dobbiamo continuamente migliorarlo, alla fine dei 90′ tireremo le somme. Noi siamo pagati per lavorare e per fare sempre meglio, io lavoro per il Cosenza e fare bene per il Cosenza, che è una piazza in cui mi trovo benissimo, dobbiamo dare filo da torcere agli avversari, ci sarà entusiasmo, ci sarà gente, dobbiamo guardare in casa nostra e cercare di migliorare per portare a fondo la partita. Mungo? Se uno ha un problema se lo fascia, non è così grave e secondo me sarà disponibile. Noi abbiamo una base su cui costruiamo una squadra, chi sta meglio e chi capisce certe situazioni poi giocherà: io in ogni allenamento mescolo le carte per non far sentire nessuno dei nostri abbandonato, poi faccio le mie scelte. Vorrei che la squadra crescesse in personalità, le squadre forti hanno le proprie caratteristiche, un proprio modo di stare in campo, cattiveria: se scendiamo senza cattiveria in campo non arriviamo da nessuna parte, i contrasti aiutano a vincere le partite. Se ho le idee chiare di formazione? Penso di sì. Il Catanzaro dovrebbe cambiare qualcosa rispetto alle ultime partite, noi però ci prepariamo, non è che noi snaturiamo il nostro modo di essere per altri, non ci pensiamo proprio. I nostri attaccanti devono stare tranquilli e lavorare, appena si sbloccheranno sono sicuro che metteranno a segno molti gol. »