Pensare che i play off siano un obiettivo certo, sarebbe l’errore più grosso. Una squadra costruita per vincere, a fronte di difficoltà come quelle che il Cosenza sta incontrando, potrebbe non essere abituata a lottare per iniziare intanto ad uscire dalla zona pericolo.

Per questo motivo il compito che spetta a mister Braglia si presenta più complicato rispetto a quanto si sia potuto pensare nel momento in cui si è deciso per il cambio. Il lavoro dovrà essere meticoloso e concentrato in modo particolare su quell’aspetto mentale che oggi sembra rappresentare il problema principale per i rossoblu. Nonostante condizioni psicologiche che potevano apparire favorevoli, specie dopo la vittoria ottenuta al Granillo contro la Reggina.

Ed invece le problematiche vanno ricercate più a fondo ed in questo senso mister Braglia dovrebbe essere una garanzia, vista la notevole esperienza maturata in tanti anni di panchina. La struttura di squadra, lo ripetiamo, è di quelle in grado di poter competere nelle parti più alte della classifica, da capire il perché di questo comportamento altalenante insieme al susseguirsi di errori clamorosi, già presenti nella gestione Fontana. Intanto sul piano tecnico ed atletico, la squadra prosegue il suo lavoro di preparazione.

Doppia seduta nella giornata di ieri, mattina col pallone, pomeriggio in palestra, divisi tra C.S. ‘Popilbianco’, i rossoblu hanno sostenuto un allenamento tecnico – tattico agli ordini del tecnico Braglia, e palestra del ‘Marulla’, dove si è tenuta una seduta atletica. Oggi seduta unica pomeridiana prevista per le 15.00 al C.S. ‘Popilbianco’.