Settimana cortissima per il Cosenza ed impegni assai ravvicinati. Dopo il turno infrasettimanale di martedi i silani torneranno in campo questa sera per l’anticipo contro la Casertana, match di grande interesse per la qualità dei due organici, ma anche per un avvio di campionato che ha sorpreso entrambe le squadre. La Casertana è reduce addirittura da tre sconfitte consecutive e neppure il cambio tecnico ha fatto si che il gruppo ne traesse giovamento, almeno dopo il primo impatto.

Il Cosenza ha rialzato la testa nella giornata probabilmente migliore, quella del derby con la Reggina. Ma come a Caserta il cambio tecnico non aveva portato benefici immediati visto il passo falso interno della settimana precedente con il Catania, anche se l’impronta di Braglia si era fatta subito notare per atteggiamento e mentalità ed appena una settimana dopo è arrivata, come detto, la prima vittoria.

Ambiente rossoblu che ha ritrovato la giusta serenità per preparare al meglio il confronto di questa sera e senza badare molto al turnover, ci si orienterà sull’undici che appena tre giorni addietro ha fatto la storia superando gli amaranto al Granillo dopo 58 anni.

Quindi Perina tra i pali, davanti a lui Idda, Dermaku e Pinna, sulle corsie esterne Corsi a destra e D’Orazio a sinistra, in mezzo Loviso affiancato da Bruccini e Calamai, davanti la coppia d’attacco migliore di questo momento quindi Baclet e Mendicino. Il modulo? Ovviamente il 3-5-2.