Non era certo la trasferta di Lecce la partita da cui il Catanzaro avrebbe dovuto trovare le risposte sul suo futuro.
Poco male, dato che gli uomini di Dionigi per larghi tratti della partita sono riusciti a tenere botta contro la formazione capolista e autentica corazzata.
I calabresi in Salento si sono anche fatti notare per la capacità di reazione mostrata dopo essere andati in svantaggio, per poi soccombere fisiologicamente dinnazi al maggiore tasso tecnico dei giallorossi salentini.
La novità tattica, però, rappresentata dalla presenza di Spighi dietro le punte è stata una grande intuizione di Dionigi, che presto potrebbe riproporre la novità in match in cui si potrà far valere il proprio gioco.
Quello che, in realtà, non è stato possibile fare al Via Del Mare.

Nella ripresa c’è stato un atteggiamento difesivo e delle ingenuità che vanno limate per poter pensare di lottare ad alto livello già nella prossima stagione.